Per informazioni 800 667 270 Lun.-Ven. 9.00/19.00|info@nappynat.it

Gravidanza: quando è possibile conoscere il sesso del bambino?

E’ una delle domande più gettonate fra i genitori in dolce attesa ed è la curiosità cui tutti coloro che vivono questo momento sono sottoposti: sarà maschietto o femminuccia? Quando posso saperlo?

Tradizioni e credenze popolari

Fin dai tempi antichi, si sono fatte delle previsioni principalmente a partire dalla forma della pancia della gestante, secondo le quali una pancia a punta suggerirebbe la presenza di un maschietto, mentre una pancia arrotondata sarebbe indice della gestazione di una femminuccia.

Un’altra credenza riguarda il volto della donna incinta, sul quale qualora appaiano delle piccole macchie più o meno evidenti, la gravidanza è per un maschio, o ancora se la donna ha molta voglia di dolce verrà data alla luce una femmina, al contrario se la voglia si soddisfa solo con il salato il nascituro sarà un maschio. Tutto ciò riguarda tradizioni e credenze popolari: se vuoi avere un punto di vista più accurato, non ti resta che approfondire la lettura.

Come e quando si può conoscere il sesso del feto?

Periodo e tecniche di rilevazione

                             Sarà maschietto o femminuccia?

Nella società contemporanea, in cui la scienza ha fatto gli ormai celeberrimi “passi da gigante”, la comprensione del sesso del bambino non può più essere affidata alle previsioni: la medicina moderna ci dice con chiarezza che attraverso l’ecografia il sesso del feto non è distinguibile prima della dodicesima settimana di gravidanza. E’ proprio in questo periodo – dall’undicesima alla quattordicesima settimana di gestazione – che inizia la formazione dell’apparato uro-genitale ed è proprio durante questa fase che il ginecologo riuscirà a notare il tubercolo genitale, che va osservato dall’angolo lombosacrale per l’identificazione del sesso del feto in base all’inclinazione: se l’angolo è maggiore o uguale a 30° è di sesso maschile, al contrario è femminile. Il secondo angolo che il medico deve prendere in considerazione durante l’ecografia è quello cutaneo, il quale, nel caso in cui sia maggiore o uguale a 40° gradi permette di riscontrare il sesso maschile, al contrario femminile.

Tuttavia, è necessario ed indispensabile tenere bene a mente che tutte le informazioni derivanti dall’ecografia possono essere soggette ad inesattezze, poiché l’apparato uro-genitale del bambino è – appunto – in formazione e non ancora totalmente sviluppato. Per avere una informazione definitiva, eliminando ogni margine d’errore, è necessario attendere il periodo che va tra la diciannovesima e la ventunesima settimana di gestazione, quando è prassi da parte del ginecologo il consiglio di una ecografia morfologica, nella quale oltre al buono stato di salute del nascituro si verifica anche il sesso. In alcuni casi, considerando che il feto durante questo periodo è già formato nelle sue parti, non sarà comunque possibile vederne direttamente il sesso, poiché potrebbe essere girato di schiena o sul fianco e coprirsi.

Innovazione e scoperta, l’ultima frontiera

Il metodo più innovativo per scoprire il sesso del feto, infine, è attraverso l’esame del sangue. Grazie a studi condotti recentemente, questo esame ha l’obiettivo di portare alla luce la presenza di eventuali patologie particolari ed il gruppo sanguigno del feto, oltre a rivelare la presenza di cromosomi XX o XY determinanti per il sesso.

Purtroppo il test è ancora molto costoso e realizzabile solo in cliniche private specializzate in questa tecnica innovativa.

Conoscere il sesso di nostro figlio è certamente un modo per riuscire a prepararsi per tempo e per avere più tempo di scegliere il nome: è anche necessario sottolineare che nessuno dovrebbe abusare ossessivamente delle tecniche di rilevazione del sesso per evitare di togliere quel poco di magia e di mistero rimasti ad avvolgere la nascita di una nuova vita umana.

 

di Redazione Nappynat

2017-08-29T18:51:34+00:00 agosto 29th, 2017|Esperto risponde|Commenti disabilitati su Gravidanza: quando è possibile conoscere il sesso del bambino?